(nella Photo California Bakery, Milano, photo dalla official page di fb)

 

“Le giornate dovrebbero iniziare con un abbraccio, un bacio, una carezza e un caffè. Perché la colazione deve essere abbondante”, così la pensava Charles M.Shulz e come dargli torto.

La colazione deve essere abbondante, ma se non si ha nessuno che ce la porti a letto o che ci riempia di coccole appena svegli come si fa?

Dormire in cucina non è il rimedio e grazie al cielo hanno inventato i bar!

Certo, bisogna uscire di casa e affrontare il mondo prima di arrivarci, ma tant'è, prima o poi dovrete farlo.

Si ma quali sono le migliori colazioni italiane? Si fa presto a rispondere.

Secondo importantissimi e celeberrimi pareri, la migliore colazione d'Italia si fa a Biella nel bar pasticceria Canterino. Certo il caffè è ottimo, ma ad attirare l'attenzione sono le brioche al latte di asina: facile da digerire, adatto a tutti, che voi siate allergici o intolleranti al lattosio, oppure sportivi alla ricerca del giusto apporto energetico perché si avvicina molto al latte materno.

La colazione alla romana si fa con il cappuccio o il caffè, dipende da quanta fretta avete, poi cornetto, maritozzo o la bomba. Ma da Pompi, sulla Cassia, conviene fermasi un attimo. Caffè ottimo, ma oltre alla solita pasticceria da prima colazione, se la dieta ve lo permette, io proverei ad iniziare la giornata con uno dei loro meravigliosi tiramisù. Al caffè, fragola, limone o pistacchio, fate come volete, ma provateli. I tiramisù di Pompi sono così buoni che c'è la fila ad ogni ora del giorno, ma ne vale la pena e come se ne vale la pena!

Se avete gusti classici stile “Pane burro e Marmellata”, Lievita è il posto adatto a voi. Si trova a Riccione, e le sue colazioni sono già sulla bocca di tutti. I gusti sono quelli di “una volta”, pane raffinato, burro e marmellata ai massimi livelli.

Muffin, bagel, cheescake, sandwich, burger e dosi massicce di caffè americano, se questa per voi è la colazione perfetta vi ci vuole una Bakery. E cosa meglio della California Bakery di Milano? Qui il caffè è lungo e l'apple pie è sempre pronta.

A Venezia si fa colazione di fa con le frittelle alla crema, il caffè e poi potete percorrere tutto il canale a nuoto per smaltire. Ma se siete golosi incalliti dovete provare le frittelle della pasticceria Tonnolo.

Alla Pasticceria Cappello di Palermo la colazione si fa con i cannoli ripieni di ricotta da mangiare sorseggiando un ottimo tè. Ma non ci sono solo cannoli, oltre a tutti i tipici dolci siciliani troverete i classici cornetti per la colazione. Ma voglio dire, andare a Palermo e fare colazione con il cornetto, sarebbe come andare a Napoli e rinunciare alla sfogliatella. E dove la volete mangiare questa sfogliatella se non da i Fratelli Attanasio? Non vi lasciate spaventare dal posto, nonostante sembri un antro vicino alla stazione, mangiare le sfogliatelle calde di Attansio è un'estasi culinaria alla cannella.

Scendendo ancora più a Sud, non volevate mica andare via senza mangiare un pasticciotto leccese? Magari da Alvino in Piazza Sant'Oronzo, oppure da Natale, in via Trinchese, altrimenti da Martinucci, in Piazza Mercantile a Bari. Gustatelo dove volete e lasciatevi solleticare il palato dalla crema pasticcera calda che fuoriesce prepotente dalla pasta frolla in un morso di delizia. Da bere chiedete il cappuccino classico se avete tempo, se ne avete meno potete chiedere un espressino, versione ridotta del cappuccio, altrimenti un caffè. Ma vi avviso con un pasticciotto non si può andare di fretta!